forum fallimenti - passivo e rivendiche

INSINUAZIONI AL PASSIVO DELLA EQUITALIA SPA

  • Messaggio
  • Maurizio Leonardi

    Ancona 09/01/2011 11:41

    INSINUAZIONI AL PASSIVO DELLA EQUITALIA SPA

    BUONGIORNO, VORREI UN VOSTRO PARERE IN MERITO AI CRITERI DA UTILIZZARE PER VALUTARE LE DOMANDE DI INSINUAZIONE AL PASSIVO DA PARTE DEL CONCESSIONARIO PER LA RISCOSSIONE, CON PARTICOLARE RIGUARDO ALLA RICHIESTA DI AMMISSIONE DEL C.D. AGGIO DI RISCOSSIONE.

    DIFATTI LA NORMA DI RIFERIMENTO, L'ART. 3 DEL D.LGS 112/1999 NON PREVEDE PIU' IL COMMA 3 CHE STABILIVA CHE L'AGGIO RISULTAVA A CARICO DEL DEBOTORE IN CASO DI MANCATO PAGAMENTO DELLA CARTELLA TRASCORSI I 60 GG DALLA NOTIFICA.

    PIU' IN GENERALE MI CHIEDO SE ALLO STATO ATTUALE LA RICHIESTA DI INSINUAZIONE DA PARTE DI EQUITALI APOSSA ESSERE RESPINTA IN QUEI CASI IN CUI LA CARTELLA DI PAGAMENTO VENGA NOTIFICATA DOPO L'APERTURA DEL FALLIMENTO O SE OCCORRE AVERE RIFERIMENTO ALAL DATA DI ESECUTIVITA' DEI RUOLI PER VALUTARE L'EVENTUALE ESCLUSIONE.

    GRAZIE

    • Filippo Rasile

      REGGIO EMILIA 25/01/2011 12:20

      RE: INSINUAZIONI AL PASSIVO DELLA EQUITALIA SPA

      suggerisco di andare a vedere sul sito tribunale milano - sez. fallimentare plenum 2010 - Direttive per ammissione dei crediti fiscali

      • Maurizio Leonardi

        Ancona 27/01/2011 08:53

        RE: RE: INSINUAZIONI AL PASSIVO DELLA EQUITALIA SPA

        Preg.mo avvocato, la ringrazio per la Sua risposta che ho trovato di grande utilità.

        Buona giornata

        Maurizio Leonardi

        • Stefano Andreani - Firenze
          Luca Corvi - Como

          27/03/2011 19:35

          RE: RE: RE: INSINUAZIONI AL PASSIVO DELLA EQUITALIA SPA

          Per quanto riguarda il fatto che l'aggio sia a carico del debitore, i riferimenti normativi che Lei cita non appaiono corretti.

          Il terzo comma dell'art. 17 (e non 3) del D. L.vo 112/99 è effettivamente stato abrogato, ma il suo contenuto è stato esattamente riproposto nel primo comma del medesimo articolo, che recita:
          "L'attività degli agenti della riscossione e' remunerata con un aggio, pari al nove per cento delle somme iscritte a ruolo riscosse e dei relativi interessi di mora e che e' a carico del debitore:
          a) in misura del 4,65 per cento delle somme iscritte a ruolo, in caso di pagamento entro il sessantesimo giorno dalla notifica della cartella. In tal caso, la restante parte dell'aggio e' a carico dell'ente creditore;
          b) integralmente, in caso contrario."

          L'aggio quindi è sicuramente dovuto, e per intero a carico del debitore.

          Per quanto invece riguarda la seconda parte del quesito, ovvero se rilevi la data di notifica della cartella ovvero di esecutività dei ruoli, non ci pare che esse siano rilevanti: l'aggio è un accessorio del tributo o contributo dovuto e quindi il riparto ne deve prevedere il pagamento unitamente ad essi, con il medesimo grado di privilegio.

          Diversa è la questione dei c.d. "diritti esecutivi", sulla quale ci risultano coesistere interpretazioni difformi, che però esula dal quesito.

          • Ivan Perin

            Conegliano (TV) 14/04/2011 16:48

            RE: RE: RE: RE: INSINUAZIONI AL PASSIVO DELLA EQUITALIA SPA

            Ma non ho capito: in caso di mancata notifica della cartella il credito di Equitalia spa va escluso?

            • Stefano Andreani - Firenze
              Luca Corvi - Como

              10/06/2011 08:40

              RE: RE: RE: RE: RE: INSINUAZIONI AL PASSIVO DELLA EQUITALIA SPA

              Il problema è stato oggetto di amplissima trattazione sia in dottrina che in giurisprudenza, con radicali mutamenti di indirizzo anche nelle pronunce della Cassazione.

              La giurisprudenza più datata (per tutte Cass. Civ. 6032/1998) richiedeva la preventiva notifica della cartella al Curatore.

              La giurisprudenza più recente (Cass. Civ. 5063/2008, Cass. Civ. 12019/2011) afferma invece che l'art. 87 del D.P.R. 602/73 richiede solo la presenza del ruolo, e non è quindi necessaria la preventiva notifica della cartella.

              La motivazione principale delle decisioni più risalenti era che in assenza di notifica della cartella non vi era modo di contestare la pretesa erariale avanti le Commissioni tributarie e quindi il Curatore, non potendo sollevare la questione avanti il Giudice delegato, si trovava nell'impossibilità di entrare nel merito.

              L'ultima giurisprudenza ritiene superato tale problema perchè afferma che ben può il Curatore impugnare avanti la Commissione tributaria il ruolo che gli viene trasmesso in allegato all'istanza di ammissione al passivo; in tal caso, sulla scorta del disposto dell'art. 88 del D.P.R. 602/73, verrà disposta l'ammissione con riserva.

              • Gilda Mastroianni

                CASERTA 02/09/2014 19:07

                RE: RE: RE: RE: RE: RE: INSINUAZIONI AL PASSIVO DELLA EQUITALIA SPA

                Buongiorno,
                potrei sapere dove trovare le "direttive per ammissione dei crediti fiscali" del tribunale di milano . Le ho cerate sul web ma purtroppo senza esiti.
                Grazie

                • Zucchetti SG

                  02/09/2014 20:28

                  RE: RE: RE: RE: RE: RE: RE: INSINUAZIONI AL PASSIVO DELLA EQUITALIA SPA

                  Vada sul sito del Tribunale di Milano. Sezione fallimentare, voce Circolari e Comunicazioni del Presidente della Sezione Fallimentare. Le circolari sono elencate oer anno, vada all'anno 2010.
                  Zucchetti SG Srl