Forum FALLIMENTI - Relazione periodica e Conto Gestione: Rapporto riepilogativo semestrale ex art. 33 comma 5

UtenteMessaggio / data
Francesco Callocchia
LETTOMANOPPELLO (PE)
Rapporto riepilogativo semestrale ex art. 33 comma 5
24/01/2011 16:58
Qual è il termine entro cui il Comitato dei Creditori o ciascuno dei suoi componenti possono formulare osservazioni scritte al rapporto riepilogativo di cui all'oggetto, e che va conseguentemente preso in considerazione ai fini della trasmissione telematica all'ufficio del registro imprese della stesso rapporto ?
Ringrazio anticipatamente !!

Cordialmente,
Dott. Francesco Callocchia

Zucchetti SG
RE: Rapporto riepilogativo semestrale ex art. 33 comma 5
24/01/2011 18:07
Come abbiamo già detto in altre occasioni, il quesito da lei proposto è ampiamente giustificato in quanto la nuova disposizione di cui all'ult. comma dell'art. 33, pur facendo decorrere il termine di 15 giorni dell'invio del rapporto all'Ufficio del registro delle imprese dal deposito in cancelleria delle osservazioni del comitato dei creditori, non fissa alcun termine per il deposito di dette osservazione.
Questa carenza legislativa ha fatto nascere in dottrina già due orientamenti; uno per il quale sarebbe il giudice delegato a dover provvedere a fissare detto termine ed altro secondo cui il curatore dovrebbe presentare il rapporto al comitato con congruo anticipo in modo da consentire a questi di fare le proprie osservazioni entro il termine semestrale fissato per i rapporti.
Noi, a dire il vero, dissentiamo da entrambe queste interpretazioni. Dalla prima perché essa attribuisce al giudice un potere che questi non ha né alcuna norma glielo attribuisce e, ai sensi dell'art. 152 c.p.c. il giudice non può stabilire termini di decadenza se la legge non lo prevede; dalla seconda perché finisce per far decorrere il termine per l'invio al registro delle imprese dalla scadenza semestrale anzicchè, come stabilisce la norma dall'arrivo delle osservazioni.
A nostro parere il curatore, entro il termine di sei mesi deve trasmettere una copia del rapporto al comitato dei creditori e, per esso al presidente, che è il suo referente, dando un termine per formulare eventuali osservazioni, termine che, per il disposto dell'art. 41, non dovrebbe essere inferiore a 15 giorni; il curatore può anche non indicare un termine per le osservazioni, nel qual caso opera quello di legge di 15 giorni fissato dall'art. 41 per le proprie deliberazioni, tra cui rientrano anche le osservazioni.
Così integrato, il meccanismo ideato dal legislatore per i rapporti semestrali- comunque molto carente- può così sintetizzarsi:
a-il curatore trasmette una copia del rapporto al comitato dei creditori che, come detto, in mancanza di un diverso termine posto dal curatore, ha il tempo di 15 giorni per formulare eventuali osservazioni;
b-contemporaneamente il curatore trasmette copia dello stesso rapporto (e del termine eventualmente dato) alla Cancelleria, anche se la norma non lo dice, ma lo si desume dal fatto che si tratta di un atto della procedura che il giudice può e deve esaminare e che in cancelleria vanno depositate le eventuali osservazioni del comitato dei creditori;
c-scaduto il termine per le osservazioni, altra copia del rapporto e delle eventuali osservazioni deve essere trasmessa all'Ufficio del registro delle Imprese nei 15 giorni successivi;
d-non è detto chi debba trasmettere la copia all'Ufficio del registro delle Imprese entro tale termine. Secondo la lettera della legge sembrerebbe essere il curatore che è il soggetto delle varie attività indicate dalla norma, ma, secondo logica, dovrebbe essere la stessa cancelleria a compiere tale operazione visto che lì è stato depositato il rapporto, lì devono essere spedite le eventuali osservazioni (e non al curatore) e il termine decorre proprio dal deposito di dette osservazioni. Non esistendo un principio sicuro, le soluzioni adottate sono diverse da Ufficio ad Ufficio e si tende, per ovvi carchi di lavoro e mancanza di attrezzature, a demandare ai curatori l'incombente della trasmissione;
e-se si segue quest'ultima via, il curatore dovrebbe il giorno della scadenza del termine fissato (da lui o quello di cui all'art. 41) per le eventuali osservazioni del Comitato fare richiesta alla cancelleria di certificare se sono pervenute osservazioni, e, nei quindici giorni successivi, dovrebbe fare la trasmissione in via telematica all'Ufficio delle imprese.
Zucchetti Sg Srl