Forum FALLIMENTI - Chiusura procedura: chiusura in pendenza di gidizio in cassazione

UtenteMessaggio / data
Elena Caterina Peddis
CAGLIARI
chiusura in pendenza di gidizio in cassazione
19/03/2017 19:06
In presenza di ricorso in Cassazione presentato da un creditore tardivo non ammesso allo stato passivo, con contro ricorso presentato dalla procedura, ora al fallimento è consentito procedere alla chiusura per ripartizione finale tenuto conto della nuova normativa sui giudizi pendenti.
Grazie per l'attenzione

Zucchetti SG
RE: chiusura in pendenza di gidizio in cassazione
20/03/2017 20:12
La nuova normativa di cui all'art. 118 (alla quale lei evidentemente si riferisce) non riguarda la fattispecie da lei rappresentata in quanto attiene ai giudizi attivi della curatela e non a quelli passivi intentati contro la curatela, come questo dell'accertamento tardivo di un credito.
Per questi valgono le regole costruite dalla giurisprudenza che prevedono, dal punto di vista strettamente giuridico, la irrilevanza della pendenza di una domanda di accertamento tardivo del credito ai fini della chiusura (nel senso che la chiusura del fallimento non è preclusa dalla pendenza di una domanda tardiva), ma nel merito consigliano prudenza specie quando il credito in corso di accertamento potrebbe essere soddisfatto, in tutto o in parte, nel riparto finale. Nel suo caso, considerato che già si è pronunciato anche il tribunale e la vertenza è in cassazione, noi utilizzeremmo tale prudenza attendendo a fare il riparto finale e chiusura, a meno che il creditore in questione, anche se ammesso al passivo, non parteciperebbe al riparto per insufficienza dell'attivo a soddisfare il suo grado di credito.
Zucchetti SG srl.