Forum FALLIMENTI - RIPARTI

Riparto parziale con privilegio sussidiario sugli immobili ex art. 2776

  • Federica Fabbri

    Santarcangelo di Romagna (RN)
    18/05/2022 09:51

    Riparto parziale con privilegio sussidiario sugli immobili ex art. 2776

    Buongiorno,
    sto predisponendo un piano di riparto parziale e mi trovo nella seguente situazione:
    ho a disposizione un attivo immobiliare non gravato da ipoteche e un attivo mobiliare non sufficiente a pagare i crediti con privilegio mobiliare.
    L'attivo immobiliare è stato completamente liquidato, mentre residua dell'attivo mobiliare ancora da incassare che comunque non sarà sufficiente a pagare interamente i creditori con privilegi mobiliari.
    In questo caso, nel riparto parziale con il ricavato delle vendite immobiliari posso pagare parte dei creditori con privilegio sussidiario sugli immobili ex art. 2776?
    Oppure, in considerazione del fatto che i creditori privilegiati mobiliari con privilegio sussidiario sugli immobili possono usufruire del privilegio sussidiario soltanto quando non trovano capienza e per la parte che non trova capienza sui mobili, occorre aspettare di terminare la liquidazione della massa mobiliare?
    La questione mi si pone anche perché in questo secondo caso dovrei accantonare una somma ingente di denaro (attivo immobiliare), potendone ripartirne solo una piccola quota (attivo mobiliare).
    Grazie.
    Cordiali saluti.
    Federica Fabbri
    • Zucchetti SG

      18/05/2022 19:27

      RE: Riparto parziale con privilegio sussidiario sugli immobili ex art. 2776

      Il principio che regola la materia è quello da lei ricordato, secondo cui i creditori privilegiati mobiliari con privilegio sussidiario sugli immobili possono usufruire del privilegio sussidiario soltanto quando non trovano capienza e per la parte che non trova capienza sui mobili; di conseguenza dovrebbe attendere la liquidazione dei beni mobili prima di attribuire ai creditori con privilegio sussidiario il ricavato immobiliare. Tuttavia può anche fare delle valutazione prospettiche, nel senso di calcolare approssimativamente l'attivo mobiliare realizzabile (ad esempio 100) tenendosi largo (considerando un ricavo di 120), da attribuire virtualmente ai creditori sussidiari e collocare tali creditori per la differenza sul ricavato immobiliare; in tal modo, quando liquiderà la parte mobiliare- che difficilmente sarà superiore a quanto ipotizzato, attribuirà tale attivo ai creditori in questione.
      Zucchetti Sg srl