Forum FALLIMENTI - CHIUSURA PROCEDURA

istanza ex art 102 L.F. e compenso curatore

  • Messina Massimo

    Guardiagrele (CH)
    06/12/2018 12:03

    istanza ex art 102 L.F. e compenso curatore

    Buongiorno, avrei da porre in seguente quesito.
    Sono curatore di una procedura fallimentare priva di attivo, non ho neanche potuto redigere l'inventario in quanto la società è risulta chiusa da tempo e l'amministratore si è reso irreperibile. Di conseguenza non ho potuto visionare i documenti contabili della stessa. E' stata fatta l'udienza per ammissione al passivo dei creditori con quindi la costituzione dello stato passivo. Mi accingo adesso, vista l'incapienza a depositare l'istanza ex art 102 co. 2, premettendo però che ho già depositato il programma di liquidazione negativo per le considerazioni di cui sopra. La domanda è questa: in sede di deposito dell'istanza ex art 102 L.F. intendo allegare la relazione sulla previsione di insufficiente realizzo con l'attuale rendicontazione che comporta una spesa anticipata dal curatore di importo modesto. Nella relazione devo già inserire il calcolo del compenso del curatore, che in questo caso dovrebbe essere a carico dell'erario e per un importo al minimo pari ad € ... oltre le spese documentate? Oppure successivamente decorsi i termini di cui all'ultimo comma dell'art 102, depositare istanza di liquidazione dei compensi e poi chiedere la chiusura della procedura?
    grazie
    Massimo Messina

    • Zucchetti SG

      06/12/2018 20:14

      RE: istanza ex art 102 L.F. e compenso curatore

      In primo luogo, se lei è già in grado di chiudere il fallimento, diventa superfluo chiedere di non farsi luogo al procedimento di accertamento del passivo relativamente ai crediti concorsuali. Se una udienza di verifica cade nel frattempo, potrebbe limitarsi a chiedere un rinvio, spiegandone i motivi al giudice delegato, tanto più che lo stato passivo, a quanto capiamo, è stato già fatto e, quindi, dovrebbe trattarsi di udienze già fissate per esaminare le domande tardive.
      Ad ogni modo, se intende comunque fare l'istanza ex art. 102 l.f., questa richiesta si collega al dato oggettivo che non puo' essere acquisito attivo tale da poter essere attribuito qualcosa ai creditori concorsuali che hanno chiesto l'ammissione al passivo, anche se si riescono a soddisfare i crediti prededucibili e le spese di procedura. Pertanto l'unico elemento che conta e che deve illustrare è la presenza di crediti concorsuali e la mancanza di attivo. In seguito, dopo la presentazione del conto gestione presenterà domanda per la liquidazione del suo compenso, che verrà posto a carico dell'erario in mancanza di fondi, e poi, omesso il riparto, chiuderà la procedura.
      Zucchetti SG srl

      • Linda Priori

        Siena
        11/12/2018 11:57

        RE: RE: istanza ex art 102 L.F. e compenso curatore

        Buongiorno,
        mi ricollego a quanto sopra per porre una domanda più specifica.
        In un fallimento privo di attivo (con rendiconto già approvato) si può fare richiesta, oltre della liquidazione del compenso del curatore, anche del recupero spese per deposito bilancio di chiusura, presentazione modello unico finale, etc? Premetto che tali voci sono state già inserite ed approvate nel rendiconto ma ho dei dubbi su come lo Stato possa anticiparle se ancora non effettivamente sostenute (anche perchè saranno sostenute dopo la chiusura quando nulla, da quello che ho letto, potrà più essere richiesto).

        Grazie mille

        LP

        • Zucchetti SG

          11/12/2018 19:26

          RE: RE: RE: istanza ex art 102 L.F. e compenso curatore

          Può chiedere che le spese indicate siano prenotate a debito, che è l'annotazione a futura memoria di una voce di spesa, per la quale non vi è pagamento, ai fini dell'eventuale
          successivo recupero; non sappiamo se la cancelleria accetterà sia perché le spese da lei indicate non sono espressamente elencate nell'art. 146 DOR n. 115 del 2002 sia perché successive alla chiusura del fallimento. purtroppo in materia vi è una ricca casistica dottrinaria e giurisprudenziale quanto a compenso del curatore e ausiliari anticipate dall'Erario, ma non vi quasi nulla che tratti delle spese, per cui non riusciamo ad essere più precisi.
          Zucchetti SG srl