Forum CRISI D'IMPRESA E DELL'INSOLVENZA

attestazione art 7 Legge 3/2012 - abitazione principale con ipoteca agenzia entrate riscossione

  • Mario Cocco

    Lecco
    24/11/2021 17:28

    attestazione art 7 Legge 3/2012 - abitazione principale con ipoteca agenzia entrate riscossione

    Buonasera, un soggetto vorrebbe proporre accordo di ristrutturazione.
    Possiede 2 immobili: un capannone ed una abitazione. Su entrambi gli immobili è iscritta ipoteca da parte dell' Agenzia entrate riscossione. La bozza di accordo prevede che venga liquidato il capannone ed il ricavato messo a disposizione della procedura, riservandosi di mantenere per sé l'abitazione. L'accordo non prevede il pagamento integrale dei crediti assistiti da privilegio ed ipoteca pertanto dovrei attestare ai sensi dell'art 7pena l'inammissibilità, che sia assicurato il pagamento ai creditori muniti di privilegio, pegno o ipoteca in misura non inferiore a quella realizzabile, in ragione della collocazione preferenziale sul ricavato in caso di liquidazione.
    Ora mi chiedo, ai fini dell'attestazione è possibile far valere l'art. 76 DPR 602/1972, che prevede che l'agente della riscossione: "a) non dà corso all'espropriazione se l'unico immobile di proprietà del debitore, con esclusione delle abitazioni di lusso aventi le caratteristiche individuate dal decreto del Ministro per i lavori pubblici 2 agosto 1969, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 218 del 27 agosto 1969, e comunque dei fabbricati classificati nelle categorie catastali A/8 e A/9, è adibito ad uso abitativo e lo stesso vi risiede anagraficamente; " e non ricomprendere l'abitazione principale tra beni oggetto di attestazione OPPURE questa deve essere necessariamente ricompresa, posto che quando si parla di "collocazione preferenziale sul ricavato in caso di liquidazione", si intende la procedura di Liquidazione del patrimonio(?), procedura in cui il debitore mette a disposizione tutto il suo patrimonio, e quindi anche l'eventuale abitazione principale.
    Grazie.
    • Stefano Andreani - Firenze
      Luca Corvi - Como

      26/11/2021 14:19

      RE: attestazione art 7 Legge 3/2012 - abitazione principale con ipoteca agenzia entrate riscossione

      Al di là del fatto che l'art. 76, I comma, lettera "a", del D.P.R. 602/73 citato nel quesito, menziona il caso in cui l'abitazione sia l'unico immobile di proprietà del debitore, mentre in questo caso egli ne possiede più di uno, e il fatto che sempre il primo comma di tale articolo fa salva la possibilità di intervento ex art. 499 c.p.c., e quindi la prima casa non è sempre sottratta alle pretese dell'Agenzia delle Entrate, la limitazione procedurale stabilita dall'art. 76 non fa certo perdere nè all'abitazione del debitore il fatto di essere bene di sua proprietà e quindi in linea generale aggredibile ex art. 2740 c.c., nè all'Agenzia delle Entrate (e ancor meno agli altri creditori privilegiati) il loro priivlegio sul ricavato dalla vendita della stessa.

      Riteniamo quindi che nell'attestazione di cui al quesito non si possa ignorarne il valore, e se ne debba quindi tener conto ai fini di quanto previsto dall'art. 7, I comma, della legge 3/2012.