forum fallimenti - passivo e rivendiche

indennitÓ buoni pasto ex dipendenti societÓ fallita

  • Messaggio
  • Silvia Pavanello

    Milano 13/06/2018 09:12

    indennitÓ buoni pasto ex dipendenti societÓ fallita

    Buongiorno. La societÓ che sostiene di aver fornito i buoni pasto agli ex dipendenti della societÓ ora fallita ( di cui la procedura non possiede documentazione relativa) ha richiesto l'importo ex art. 2751 bis n. 1 cc, sostenendo che i buoni pasto sono da considerare alla stregua di qualsiasi altra indennitÓ del lavoratore. E' corretto ? Si si, quale prova deve essere fornita per dimostratlo?
    Grazie.

    • Zucchetti SG

      14/06/2018 17:32

      RE: indennitÓ buoni pasto ex dipendenti societÓ fallita

      I buoni pasto sono dei mezzi di pagamento in formato cartaceo o elettronico che il datore di lavoro fornisce ai propri dipendenti quando presso l'azienda non Ŕ presente il servizio di mensa oppure tale servizio non Ŕ previsto per una categoria di lavoratori. In tal modo il datore di lavoro si obbliga, giÓ al momento della stipulazione del contratto di lavoro, a erogare o meno i buoni al lavoratore, cedendogli il blocchetto o la card.
      La questione, quindi, se l'importo dei buoni pasto rientri nel concetto di retribuzione, pu˛ riguardare il rapporto diretto tra datore di lavoro e lavoratore, ma non il terzo col quale il datore di lavoro ha stipulato il contratto di fornitura del servizio di rilascio e utilizzo dei buoni pasto presso i locali ove si reca il lavoratore a consumare il pasto. Questo Ŕ un orinario contratto di appalto di servizi, per cui, a nostro avviso, il credito de˛l terzpo non gode del privilegio di cui all'art. 2751 bis, n. 1, c.c.
      Zucchetti SG Srl