Forum FALLIMENTI - RIPARTI

RIPARTO A IPOTECARIO CON SPESE SOSTENUTE IN PARTE DA CONCORDATO E IN PARTE DA FALLIMENTO

  • Luca Dal Prato

    Ravenna
    16/12/2021 16:21

    RIPARTO A IPOTECARIO CON SPESE SOSTENUTE IN PARTE DA CONCORDATO E IN PARTE DA FALLIMENTO

    Buonasera,
    mi si prospetta il seguente caso che sottopongo alla Vostra attenzione.
    Sono stato nominato curatore di un fallimento, interventuto a seguito della risoluzione di un concordato preventivo liquidatorio omologato.
    Nella fase liquidatoria del concordataria, poco prima della risoluzione dello stesso, è stato aggiudicato un terreno la cui vendita è stata perfezionata dal fallimento.
    Il fallimento deve eseguire un riparto parziale in favore del creditore che ha ipoteca sul terreno aggiudicato in sede di concordato e il cui corrispettivo di vendita è stato incassato in sede fallimentare.
    In ottemperanza all'art. 11 ter LF al ricavo di vendita del terreno vanno sottratte le soese specifiche sostenute per quel bene e una quota delle spese generiche secondo un criterio proporzionale.
    Le spese specifiche da imputare alla vendita del terreno (perizia, pubblicità, pvp, IMU...) sono state quasi esclusivamente sostenute e registrate in fase concordataria.
    Il fondo cassa rivenuto dal fallimento a seguito della risoluzione del concordato era ovviamente già al netto di tali pagamenti.
    Ai fini del riparto in favore del creditore che ha l'ipoteca sul terreno devo contabilizzare e quindi far gravare sul crediotre le spese specifiche sostenute non dal fallimento ma dal concordato? E se la risposta è affermativa come posso imputarle/contabilizzarle nel fallimento?
    Grazie.
    • Zucchetti SG

      17/12/2021 17:51

      RE: RIPARTO A IPOTECARIO CON SPESE SOSTENUTE IN PARTE DA CONCORDATO E IN PARTE DA FALLIMENTO

      Le spese specifiche riguardanti l'immobile vanno comunque contabilizzate a carico dell'immobile stesso, perché questo solo deve sostenerle, che siano state sostenute nellla fase del concordato o di una precedente esecuzione individuale o nel fallimento.
      Per la contabilizzazione, dipende da come lei ha contabilizzato il fondo che ha trovato dal concordato, nel corso del quale l'incasso per la vendita del terreno è stato effettuato; se lei lo ha registrato come entrata immobiliare (considerando la consecuzione del fallimento al precedente concordato), imputa a detta entrate le relative spese speciali come già fatto, se non abbiamo capito male, e le ulteriori eventualmente appurate.
      Zucchetti SG srl
      • Luca Dal Prato

        Ravenna
        20/12/2021 14:50

        RE: RE: RIPARTO A IPOTECARIO CON SPESE SOSTENUTE IN PARTE DA CONCORDATO E IN PARTE DA FALLIMENTO

        Buon pomeriggio,
        per prima cosa ringrazio per la risposta.
        Specifico alcune cose relative al questito posto.
        Le spese specifiche (perizia, pubblicità, imu...) sono state sostenute dal concordato e non sono transitate nella contabilità del fallimento.
        Il fallimento ha rilevato e registrato in contabilità il fondo cassa rinvenuto dal precedente concordato, già al netto di tali spese, nonché ha registrato in contabilità il ricavo di vendita del bene in quanto l'incasso e il perfezionamento della vendita sono avvenuti in sede fallimentare.
        Come posso contabilizzare/registrare nel fallimento tali spese?
        Quale contropartita bisogna utilizzare per l'entrata?
        Qual'è la contropartita dell'entrata immobiliare tenuto conto che l'incasso della vendita è stato registrato dal fallimento?

        Grazie.
        • Stefano Andreani - Firenze
          Luca Corvi - Como

          27/12/2021 17:49

          RE: RE: RE: RIPARTO A IPOTECARIO CON SPESE SOSTENUTE IN PARTE DA CONCORDATO E IN PARTE DA FALLIMENTO

          Per evitare di dover compiere operazioni ragionieristiche in partita doppia nella contabilità del fallimento, che partita doppia non è (o almeno non lo è completamente) seguiremmo una sorta di "doppio binario":
          a) terremmo conto delle spese sostenute in sede concordataria per determinare quanto, del ricavato dalla vendita dell'immobile, deve essere corrisposto al creditore titolare dell'ipoteca; il residuo, semplicemente, verrà destinato, assieme all'altro attivo, al pagamento degli altri creditori
          b) nel giornale del fallimento non registreremmo nulla più che l'incasso dalla vendita e i vari pagamenti in sede di riparto.


          Questo, per quanto riguarda la questione sostanziale; per quanto riguarda le modalità di utilizzo del programma Fallco rimettiamo la questione al settore tecnico informatico.
          • Renzo Galeotti

            Ravenna
            27/12/2021 18:03

            RE: RE: RE: RE: RIPARTO A IPOTECARIO CON SPESE SOSTENUTE IN PARTE DA CONCORDATO E IN PARTE DA FALLIMENTO

            la ringrazio molto per la risposta