Forum ESECUZIONI - INTERFERENZE TRA ESECUZIONE E FALLIMENTO

Emissione fattura vendita immobile in procedura esecutivo immobiliare

  • Alessandro Caldana

    Vicenza
    18/02/2016 15:07

    Emissione fattura vendita immobile in procedura esecutivo immobiliare

    Buongiorno, il caso di cui chiedo chiarimenti è questo: la società fallita ha 5 appartamenti venduti in sede di esecuzione immobiliare promossa dal creditore fondiario procedente.
    Il delegato alle aste, cui ho chiesto l'emissione della fattura esente iva art. 10 in quanto tutti gli immobili sono stati venduti a soggetti privati, non ha emesso le fatture a nome del fallimento e neppure ha invitato/comunicato al fallimento di emetterle, sostenendo infatti che per tali fattispecie è sufficiente il decreto di trasferimento. Sentiti alcuni legali, essi sono dello stesso parere.
    Premesso che ai fini Iva alla procedura fallimentare non cambia nulla (posto che l'Iva era già con pro-rata allo 0%), mi domando se è corretto non emettere le fatture. Io sarei infatti del parere contrario.
    Vi ringrazio.
    Cordiali saluti.
    Alessandro Caldana

    • Stefano Andreani - Firenze
      Luca Corvi - Como

      10/03/2016 13:56

      RE: Emissione fattura vendita immobile in procedura esecutivo immobiliare

      Le Risoluzioni 16/5/2006 n. 62 e 21/4/2009 n. 105 sono estremamente chiare nel porre a carico del delegato alla vendita l'obbligo di emettere le fatture, in nome e per conto del contribuente.

      Né vediamo il motivo per cui, essendo stata formalizzata la cessione tramite decreto di trasferimento e non atto notarile, la fatturazione possa essere omessa.

      Tutto ciò premesso, ovvero che:
      - l'obbligo di emettere la fattura grava sul delegato alla vendita,
      - egli non vi ha provveduto,
      - tali fatture non hanno alcuna conseguenza sulle liquidazioni e dichiarazioni IVA della società fallita
      suggeriremmo questo comportamento:

      a) richiedere al delegato alla vendita con mezzo "tracciabile" (p.es. PEC) che provveda all'emissione delle fatture (segnalando eventualmente le Risoluzioni sopra citate)

      b1) se vi provvederà, registrarle nei libri IVA della fallita ed effettuare gli adempimenti conseguenti

      b2) se non vi provvederà, stante come detto l'assenza di conseguenze per l'IVA dovuta o a credito della procedura, e considerato che i comportamenti qui sopra richiamati non sono dettati dalla Legge ma da documenti di prassi, il Curatore potrebbe presentare motivata istanza al Giudice Delegato per essere autorizzato a provvedere egli stesso all'emissione delle fatture.