Forum ESECUZIONI - INTERFERENZE TRA ESECUZIONE E FALLIMENTO

ESECUZIONE IMMOBILIARE CREDITORE FONDIARIO

  • Carlo Corinaldesi

    ASCOLI PICENO
    27/07/2016 11:27

    ESECUZIONE IMMOBILIARE CREDITORE FONDIARIO

    Si chiede come procedere da parte della curatela fallimentare in seguito alla vendita di immobile con procedura esecutiva da parte del creditore fondiario. Faccio presente che l'intero importo della vendita è stato assegnato dal giudice delle esecuzioni all'istituto di credito che incasserà quindi l'intero ricavato della vendita. Si chiede quindi nello specifico come operare per chiedere il rimborso delle spese generali, tra cui anche il compenso al curatore e delle spese in prededuzione (spese per il legale, spese condominiali, imu e spese varie sostenute dalla curatela sull'immobile). Grazie

    • Zucchetti SG

      28/07/2016 15:57

      RE: ESECUZIONE IMMOBILIARE CREDITORE FONDIARIO

      Per far valere i crediti del fallimento con posizione anteriore a quello ipotecario della banca procedente avrebbe dovuto spiegare intervento nell'esecuzione individuale, come previsto all'art. 41 TUB, intervento ora non più possibile essendo stata la somma ricavata dalla vendita già assegnata al creditore procedente. Comunque non tutto è compromesso perché l'assegnazione fatta in sede esecutiva in favore del creditore fondiario ha carattere non definitivo e il conteggio definitivo di quanto compete a detto creditore va fatto in sede fallimentare, ove il creditore fondiario è tenuto a partecipare se vuole trattenere quanto ricevuto. Una volta che la banca si sarà insinuata e sarà stata ammessa, si valuterà quanto avrebbe ricevuto in sede fallimentare, tenendo conto delle spese dirette o indirette gravanti sull'immobile, e se ha ricevuto di più dall'esecuzione individuale dovrà restituire la differenza.
      Zucchetti SG srl

      • Alba Menghini

        Ascoli Piceno
        28/07/2016 16:28

        RE: RE: ESECUZIONE IMMOBILIARE CREDITORE FONDIARIO

        SI NATURALMENTE L'INTERVENTO NELL'ESECUZIONE INDIVIDUALE ERA STATO FATTO CON IL CONSENSO DEL G.D. E L'ASSISTENZA DI UN LEGALE, MA IL GIUDICE DELL'ESECUZIONE NON HA ACCANTONATO UNA PERCENTUALE A FAVORE DELLA PROCEDURA FALLIMENTARE QUINDI PENSO CHE L'UNICO MODO PER RICHIEDERE QUANTO DOVUTO SIA PRESENTARE UNA ISTANZA IN SEDE DI PROGETTO DI RIPARTO DELL'ESECUZIONE DOVE IL FALLIMENTO FARA' VALERE LE PROPRIE PRETESE INDICANDO LE SPESE IN PREDEDUZIONE, QUELLE SPECIFICHE IMMOBILIARI E QUELLE GENERALI.

        • Zucchetti SG

          28/07/2016 18:57

          RE: RE: RE: ESECUZIONE IMMOBILIARE CREDITORE FONDIARIO

          Ci sembrava che nella precedente domanda lei dicesse che l'intero ricavo della vendita "è stato assegnato dal giudice delle esecuzioni all'istituto di credito che incasserà quindi l'intero ricavato della vendita, da cui avevamo dedotto che il fondiario fosse l'unico creditore e che la curatela non fosse intervenuta in quella sede, altrimenti il giudice dell'esecuzione avrebbe dovuto attuare la distribuzione tra i creditori presenti. Se, invece la somma ricavata dalla vendita non è stata ancora distribuita, il pregiudizio da lei lamentato non sussiste perché è in quella sede che saranno valutate le priorità
          In ogni caso rimane, come dicevamo la ridiscussione del tutto in sede fallimentare, alla quale il creitore fondiario non può sfuggire perché , se non si insinua, vuol dire che nulla deve il fallimento, per cui deve restituire l'intera somma ricevuta nell'esecuzione.
          Zucchetti Sg srl