Forum FALLIMENTI - AVVIO DELLA PROCEDURA

Fallimento Srl - revocatoria o estensione?

  • Linda Priori

    Siena
    22/11/2018 10:12

    Fallimento Srl - revocatoria o estensione?

    Buongiorno,
    torno a complimentarmi con voi per l'aiuto quotidiano che ci fornite.
    Sono stata nominata curatore di una Srl che ha cessato la propria attività nel corso dell'anno 2017, pur rimanendo attiva, e la cui istanza di fallimento risulta essere stata presentata in proprio il mese scorso.
    Nell'anno 2017, in coincidenza con la cessazione dell'attività e del licenziamento dei dipendenti, i soci/coniugi(in precedenza entrambi amministratori) hanno dapprima imputato l'amministrazione ad uno solo di essi, mentre il socio non più amministratore (ma ancora socio) ha creato una nuova srl in cui risulta amministratore unico (tutto questo nell'arco di 15 giorni).
    Tale nuova società possiede le stesse identiche caratteristiche della fallita e, di fatto, vi opera anche il socio amministratore della fallita stessa. La nuova società utilizza inoltre tutte le licenze, autorizzazioni, beni strumentali della fallita in virtù di un contratto di affitto di azienda stipulato sempre nell'anno 2017 (a 10 giorni di distanza dall'apertura della nuova società e dal cambio dell'amministrazione della fallita) per una cifra irrisoria, per la quale devono produrre la documentazione comprovante la valutazione di tale canone di affitto.
    Con il contratto di affito di azienda la nuova società è inoltre subentrata nei contratti di locazione degli immobili in cui operava la fallita.
    Detto in due parole, hanno lasciato tutti i debiti e i crediti non esigibili dentro la società fallita e ne hanno aperta una nuova, pulita, con la quale continuano la loro attività precedente.
    Secondo la vostra preziosa opinione, risulta più opportuno effettuare una revocatoria degli atti posti in essere nei due anni antecedenti la dichiarazione di fallimento oppure applicare il fallimento per estensione? Esistono nel caso in esame altre azioni da porre in essere?

    Grazie per il vostro prezioso aiuto

    LP

    • Zucchetti SG

      23/11/2018 19:56

      RE: Fallimento Srl - revocatoria o estensione?

      Il ricorso alla revocatoria appare difficile principalmente per i tempi perché il periodo sospetto di due anni da lei richiamato vige per gli atti a titolo gratuito, nel mentre nel caso si tratta di atti a titolo oneroso, rientranti peraltro nel secondo comma dell'art. 67, per cui dovrebbero essere stati compiuti negli ultimi sei mesi antecedenti la dichiarazione di fallimento. Questo problema non esisterebbe proponendo una azione di simulazione, ma i rischi di insuccesso sono abbastanza elevati in quanto in realtà le parti hanno proprio voluto compiere gli atti descritti al fine di danneggiare i creditori, e, quindi azione revocatoria.
      La via meno complicata e più produttiva ci sembra quella di chiedere l'accertamento di una società di fatto tra la vecchia e la nuova srl, ora ammessa dalla S. Corte (Cass. 21 gennaio 2016, n. 1095; Cass. 20 maggio 2016, n. 10507; Cass. 13 giugno 2016, n. 12120 che hanno sdoganato la c.d. supersocietà di fatto, costituita per fatti concludenti anche fra società di capitali; nonché quello del fallimento della predetta società, estesa anche ai soc- persone fisiche o giuridiche- illimitatamente responsabili). La dichiarazione di fallimento di detta società di fatto comporta il fallimento anche della nuova srl, (non anche della veccia perché già fallita). Nel caso i dati da lei forniti, se trovano riscontro probatorio, sembrano (alla luce di una valutazione esterna e astratta) idonei a giustificare l'esistenza di detta società di fatto. Se poi si riescono a coinvolgere nella società di fatto anche i soci personalmente, come le sue indicazioni sembrerebbero indicare, si può arrivare alla dichiarazione di fallimento anche dei soci persone fisiche.
      In ogni caso nella relazione descriva quanto accaduto per i riflessi penali che il comportamento dei due soci.
      Zucchetti Sg srl