Forum FALLIMENTI - LA LEGGE FALLIMENTARE

procedura fallimentare chiusa - creditore irreperibile

  • Gennaro Martone

    portico di caserta (CE)
    06/11/2014 09:51

    procedura fallimentare chiusa - creditore irreperibile

    Buongiorno, avrei una questione rilevante da risolvere qualcuno può darmi un consiglio?
    E' stato approvato il piano di riparto finale di una procedura fallimentare, ho eseguito tutti i pagamenti ai creditori, dopo aver inviato raccomandata a/r a ciascuno di essi con richiesta delle modalità di pagamento desiderate ed eventuale indicazione delle coordinate bancarie, precisando che, in caso di inadempienza, si sarebbe proceduto ad emissione di assegno circolare.
    Dopo la chiusura della procedura un assegno circolante intestato ad un creditore è tornato indietro.
    Premettendo che si tratta di una srl cessata, dunque creditore irreperibile, ho optato per l'applicazione dell'art. 117 c. 4 l.f. ma l'istituto di credito (art. 34 l.f.) ha manifestato l'impossibilità a procedere per inesistenza dell'intestatario.
    Avete una soluzione pratica da suggerirmi tenendo presente che non si tratta di poche centinaia di euro.
    Ringrazio anticipatamente.
    • Zucchetti SG

      06/11/2014 19:57

      RE: procedura fallimentare chiusa - creditore irreperibile

      Pensiamo che la banca possa farea un libretto nominativo intestato al creditore, pagabile al portatore, in deposito fiduciario presso il curatore. In alternativa un libretto al portatore , sempre in deposito fiduciario presso il curatore.
      Si potrebbe anche pensare di distribuire detta somma agli altri aventi diritto secondo lo stato passivo, considerato che la società beneficiaria è estinta, ma l'art. 117 prevede una particolare procedura con la posibilità che la somma venga data ai creditori che ne facciano richiesta, per cui è questa procedura che va seguita.
      Zucchetti SG srl
      • Marina Bottazzi

        Piacenza
        04/12/2019 11:50

        RE: RE: procedura fallimentare chiusa - creditore irreperibile

        Buongiorno, non essendo più possibile accendere libretti al portatore dal 2019, in che modo è possibile depositare le somme assegnate con riparto finale ai creditori irreperibili?
        Con libretti nominativi vincolati all'ordine del Giudice?
        Se la società beneficiaria è estinta la somma non andrebbe a favore dei soci secondo le quote di partecipazione possedute, semprechè ne facciano richiesta?
        Se il creditore irreperibile è soggetto alla ritenuta, bisogna distinguere il netto assegnato al creditore dalla somma per la ritenuta fiscale?
        E a chi viene intestato il libretto per le ritenute fiscali?
        Ringrazio anticipatamente per la cortese disponibilità.