Forum FALLIMENTI - COMPOSIZIONE CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO

Art. 390 Codice della Crisi e dell'Insolvenza - DISCIPLINA TRANSITORIA

  • Paolo Angelo Alloisio

    NOVI LIGURE (AL)
    07/07/2022 08:58

    Art. 390 Codice della Crisi e dell'Insolvenza - DISCIPLINA TRANSITORIA

    Buongiorno,
    con riferimento alla disciplina transitoria di cui all'art. 390 nuovo codice della cris (in vigore dal 15 07 2022), mi pare di capire che per la composizione della crisi da sovraindebitamento (per individuare la disciplina applicabile) rilevi la presentazione della DOMANDA DI ACCESSO alla procedura che si identifica con il momento in cui il debitore si rivolge all'OCC, e non con la presentazione (successiva) del ricorso al Tribunale competente.
    E' corretto?
    Grazie e cordiali saluti
    • Zucchetti SG

      08/07/2022 19:50

      RE: Art. 390 Codice della Crisi e dell'Insolvenza - DISCIPLINA TRANSITORIA

      Non esattamente. L'art. 390 CCII stabilisce che "…. le domande di accesso alle procedure di composizione della crisi da sovraindebitamento depositati prima dell'entrata in vigore del presente decreto sono definiti secondo le disposizioni…. della legge 27 gennaio 2012, n. 3", e la domanda di accesso alle procedure da sovraindebitamento sono quelle che vengono depositate presso il tribunale, sicchè le domande presentate in tribunale fino al 15 luglio sono rette dalla legge n. 3 del 2012 e quelle presentate da tale data in poi dal codice della crisi.
      Zucchetti SG srl
      • Marco Botrugno

        BRINDISI
        02/09/2022 18:16

        RE: RE: Art. 390 Codice della Crisi e dell'Insolvenza - DISCIPLINA TRANSITORIA

        Buongiorno, vorrei sapere se, secondo Voi, per "Domanda di accesso alle procedure" si può intendere la semplice "istanza di nomina di un gestore". Infatti, nel mio caso, sono stato nominato dal Tribunale Professionista con funzioni di OCC nel mese di maggio 2022 e a settembre p.v. sarà depositato il Piano con allegata la mia Relazione. Mi chiedo a quale normativa debbo fare riferimento tra la L. 3/2012 e il Nuovo Codice della Crisi. Vi ringrazio vi saluto cordialmente.
        • Zucchetti SG

          05/09/2022 15:28

          RE: RE: RE: Art. 390 Codice della Crisi e dell'Insolvenza - DISCIPLINA TRANSITORIA

          Se, come abbiamo detto nella risposta che precede, le domande di accesso alle procedure da sovraindebitamento sono quelle che vengono depositate presso il tribunale, si deve fare riferimento all'art. 9 l. n. 3 del 2012 per la composizione della crisi e piano del consumatore, che fa riferimento al deposito in tribunale della proposta di accordo o del piano.
          Non ci nascondiamo che, come organicamente dispone l'art. 76 CCII per il concordato minore (che sostituisce l'accordo di ristrutturazione) "La domanda è formulata tramite un OCC costituito nel circondario del tribunale competente ai sensi dell'articolo 27, comma 2. Se nel circondario del tribunale competente non vi è un OCC, i compiti e le funzioni allo stesso attribuiti sono svolti da un professionista o da una società tra professionisti in possesso dei requisiti di cui all'articolo 358, nominati dal presidente del tribunale competente o da un giudice da lui delegato, individuati, ove possibile, tra gli iscritti all'albo dei gestori della crisi di cui al decreto del Ministro della giustizia 24 settembre 2014, n. 202"; formulazione che può indurre a ritenere che la nomina di un gestore sia il primo atto di accesso alla procedura, tuttavia, a nostro avviso questa è da considerare attività preliminare alla presentazione della domanda che individua il momento del vero e proprio accesso.
          E' chiaro che la scelta dell'una o l'altra tesi modifica, nel suo caso la normativa applicabile; noi possiamo solo indicare dei criteri risolutivi del problema, ma poi è il giudice che decide quale disciplina applicare a seconda della tesi che ritiene di seguire.
          Zucchetti Sg srl