Forum FALLIMENTI - COMPOSIZIONE CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO

Piano del consumatore e rateizzazione enti

  • Giuseppe Greco

    Novoli (LE)
    29/07/2022 12:44

    Piano del consumatore e rateizzazione enti

    Buongiorno
    chiedo un consiglio per una fattispecie che non mi è mai capitato di affrontare come OCC.

    Nell'ambito di un piano del consumatore il debitore presenta delle rateizzazioni per AdE ed INPS con le quali i crediti (per il 90% privilegiati) vengono dilazionati su una serie di anni.

    Trattandosi di una ipotesi peggiorativa per gli Enti ma migliorativa per il debitore (invece di pagare in 12 mesi paga in X anni) non so se recepire e mantenere tali rateizzazioni inserendo le somme nel piano per come previsto dalle stesse (un po' come si fa per i mutui) o se bypassare tali accordi e trattare le somme all'interno del piano (e quindi con il saldo dei privilegiati a 12 mesi e con lo stralcio dei chirografari).

    Da questa possibilità dipende la stessa fattibilità del piano essendo impossibile, per il debitore, saldare a 12 mesi tutto il debito privilegiato.

    Grazie a tutti.
    • Zucchetti SG

      29/07/2022 18:16

      RE: Piano del consumatore e rateizzazione enti

      Buongiorno
      chiedo un consiglio per una fattispecie che non mi è mai capitato di affrontare come OCC.

      Nell'ambito di un piano del consumatore il debitore presenta delle rateizzazioni per AdE ed INPS con le quali i crediti (per il 90% privilegiati) vengono dilazionati su una serie di anni.

      Trattandosi di una ipotesi peggiorativa per gli Enti ma migliorativa per il debitore (invece di pagare in 12 mesi paga in X anni) non so se recepire e mantenere tali rateizzazioni inserendo le somme nel piano per come previsto dalle stesse (un po' come si fa per i mutui) o se bypassare tali accordi e trattare le somme all'interno del piano (e quindi con il saldo dei privilegiati a 12 mesi e con lo stralcio dei chirografari).

      Da questa possibilità dipende la stessa fattibilità del piano essendo impossibile, per il debitore, saldare a 12 mesi tutto il debito privilegiato.

      Grazie a tutti.
      I crediti tributari e previdenziali non godono nel piano del consumatorei un particolare trattamento che non sia quello della loro natura di crediti privilegiati. Per questi la Cassazione ha più volte statuito che "negli accordi di ristrutturazione dei debiti e nei piani del consumatore è possibile prevedere la dilazione del pagamento dei crediti prelatizi anche oltre il termine diun anno dall'omologazione previsto dall'art. 8, co. 4, della L. n. 3/2012, ed al di là delle fattispecie di continuità aziendale, purché si attribuisca ai titolari di tali crediti il diritto di voto, a fronte della perdita economica conseguente al ritardo con cui vengono corrisposte le somme ad essi spettanti o, con riferimento ai piani del consumatore, purché sia data ad essi la possibilità di esprimersi in merito alla proposta del debitore."(Cass, n. 22291 d3i 2020 ove si discuteva di un piano del consumatore con pagamenti ultraventennali; Cass, n. 27544 del 2019 con pagamento del creditore ipotecario in dodici anni).
      Allo stato, pertanto, prenderemmo in considerazione la proposta come fatta salvo a vederne gli sviluppi futuri.
      Zucchetti SG Srl