Forum FALLIMENTI - COMPOSIZIONE CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO

Procedura di composizione della crisi - posso tenere esclusa una posizione debitoria?

  • Claudio Pieri

    Cesena (FC)
    08/04/2019 11:25

    Procedura di composizione della crisi - posso tenere esclusa una posizione debitoria?

    Salve a tutti, sto predisponendo un ricorso per ammissione alla procedura di composizione della crisi da sovraindebitamento per un cliente la cui posizione debitoria è costituita esclusivamente da fideiussioni prestate in favore di soggetti terzi.
    Tenendo in considerazione che per la stessa banca X il debitore ha rilasciato una garanzia fideiussoria sia per la società ALFA che per la società BETA e che è intenzione del debitore mantenere in piedi solo la seconda garanzia (l'ammortamento mutuo troverà estinzione in un anno), mentre la prima sarebbe oggetto della procedura di cui sopra, vi chiedo se posso - esplicitandolo nel ricorso - escludere da tale procedura tale posizione o se per forza di cosa essendo il medesimo creditore (banca X) devo giocoforza farla rientrare?
    Grazie.
    • Zucchetti SG

      08/04/2019 20:33

      RE: Procedura di composizione della crisi - posso tenere esclusa una posizione debitoria?

      A nostro avviso non si possono escludere dall'accordo uno o alcuni creditori in quanto l'accordo di composizione della crisi da sovraindebitamento è qualificato dalla legge come procedura concorsuale che interessa tutti i creditori tant'è che tale accordo omologato vincola tutti i creditori, anche quelli dissidenti.
      Tuttavia, il piano, che deve prevedere i termini e le modalità di pagamento dei creditori, può contenere anche la suddivisione degli stessi in classi e formando delle classi potrebbe includere in una la banca per la garanzia data alla società Beta mantenendo il pagamento in corso, cosa che nella specie potrebbe essere realizzabile visto che il mutuo si esaurisce entro un anno.
      Zucchetti SG srl
      • Elisa Rossi

        FORLI' (FC)
        20/11/2019 22:40

        RE: RE: Procedura di composizione della crisi - posso tenere esclusa una posizione debitoria?

        Buonasera,
        intervengo in tale quesito chiedendo se la stessa conclusione di inclusione della totalità dei debiti va tratta anche per il piano del consumatore;
        si chiede altresì se sono emersi chiarimenti giurisprudenziali in merito alla necessità o meno di rispettare il principio della par condicio nella formazione delle classi, e se quindi possa essere o meno adottata una discrezionalità del debitore, ipotizzando pertanto per due diversi creditori, entrambi chirografari, due trattamenti differenti (stralcio del 40% per un chirografo e pagamento al 100% per un altro chirografo).

        Cordiali saluti


        • Zucchetti SG

          21/11/2019 18:47

          RE: RE: RE: Procedura di composizione della crisi - posso tenere esclusa una posizione debitoria?

          Le stesse conclusioni sono valide, a maggior ragione, nel piano del consumatore, dato che in questa procedura i creditori non esprimono il voto.
          Quanto alle classi, la possibilità di formare le stesse costituisce una eccezione al principio della par condicio, perché lo scopo della classazione è proprio quello di soddisfare in modo diverso creditori che, trovandosi nella stessa situazione giuridica (ad esempio chirografari), dovrebbero essere soddisfatti in modo uguale. E' implicito, pertanto, nel concetto di classamento una diversità di trattamento.
          Zucchetti Sg srl