Forum FALLIMENTI - COMPOSIZIONE CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO

LIQUIDAZIONE EX ART. 14QUINQUIES L. 3/12 e Affitto con patto di riscatto

  • Sara Mozzillo

    Monza (MB)
    10/05/2022 09:55

    LIQUIDAZIONE EX ART. 14QUINQUIES L. 3/12 e Affitto con patto di riscatto

    Buongiorno,
    l'affitto con patto di riscatto è ammissibile in caso LIQUIDAZIONE EX ART. 14QUINQUIES L. 3/12 se il termine per il riscatto è successivo alla durata della liquidazione?
    Vi ringrazio anticipatamente ed invio cordiali saluti.
    • Zucchetti SG

      11/05/2022 18:36

      RE: LIQUIDAZIONE EX ART. 14QUINQUIES L. 3/12 e Affitto con patto di riscatto

      L'art. 14-novies, comma 5, l. n. 3 del 2012 dispone che "accertata la completa esecuzione del programma di liquidazione e, comunque, non prima del decorso del termine di quattro anni dal deposito della domanda, il giudice dispone, con decreto, la chiusura della procedura".
      Sicuramente questo termine non consente di chiudere la procedura prima del decorso dei quattro anni, ma, ma oltre a questa funzione di durata minima indica anche la durata massima della procedura? La questione non è ancora chiara perché se per un verso si ammette l'accesso alla procedura anche al debitre privo di beni mobili e immobili, che può proporre un pagamento dilazionato nel lungo tempo ai creditori con una quota della sua retribuzione, per altro verso vi è la possibilità di avocare alla massa ogni bene che dovesse entrare nel patrimonio del debitore ma solo in tale periodo di tempo (art. 14-quinquies, co. 4).
      La soluzione di questo dubbio è fondamentale per rispondere al quesito perché se non esiste un termine massimo di durata la liquidazione del patrimonio può essere programmata per qualsiasi tempo; se invece si intende il termine quadriennale come di durata massima della procedura, diventa difficile concepire una procedura liquidatoria in cui la effettiva liquidazione avvenga dopo la chiusura della procedura e conseguentemente anche il pagamento dei creditori.
      A nostro avviso l'ampliamento oltre il quadriennio , se lo si ammette in mancanza di beni, per consentire comunque la esdebitazione del sovraindebitato, ci sembra problematico
      in presenza di beni da liquidare in quanto in questi casi i creditori potrebbero soddisfarsi sui beni e l'accesso alla procedura non può costituire una forma non necessitata di dilazione per il pagamento oltre il limite quadriennale.
      Come vede la materia è molto fluida e converrebbe verificare eventuali precedenti in loco.
      Zucchetti SG srl