Forum FALLIMENTI - COMPOSIZIONE CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO

Imprenditore individuale cancellato dal Regsitro Imprese in data 27 gennaio 2016

  • Paolo Angelo Alloisio

    NOVI LIGURE (AL)
    24/03/2022 09:57

    Imprenditore individuale cancellato dal Regsitro Imprese in data 27 gennaio 2016

    Un imprenditore individuale cancellato dal RI il 27 gennaio 2016 vuole attivare una composizione della crisi.
    I suoi debiti sono in parte afferenti l'attività imprenditoriale ed in parte la "sfera privata".
    Può proporre solo un accordo con i creditori sia per debiti imprenditoriali che per quelli privati o può presentare un accordo con i creditori per i debiti imprenditoriali ed un piano del consumatore per gli altri debiti?
    Secondo me non ha senso (anche giuridicamente) attivare contemporaneamente 2 procedure concorsuali diverse.
    Mi scuso per la domanda, ma non mi occupo molto spesso di procedure per la composizione della crisi da sovraindebitamento.
    Grazie mille
    Buona giornata.

    Paolo Angelo Alloisio
    • Zucchetti SG

      24/03/2022 18:33

      RE: Imprenditore individuale cancellato dal Regsitro Imprese in data 27 gennaio 2016

      Come giustamente lei suppone lo steso soggetto non può essere contestualmente assoggettato a due procedure in quanto il patrimonio con cui risponde delle proprie obbligazioni è unico e la qualifica di consumatore tra i sovraindebitati ha lo scopo di identificare un soggetto che, per la natura dei suoi debiti, può accedere alla procedura detta piano del consumatore.
      Nell'attuale legge n. 3 del 2012, infatti, l'accordo è configurato come procedura a carattere generale rivolta ad qualsiasi sovraindebitato non soggetto ad altre procedure concorsuali utilizzabile allo scopo di trovare una soluzione concordata della crisi ad efficacia vincolante generalizzata e il piano come procedura messa a disposizione in aggiunta alla precedente a vantaggio della categoria dei consumatori le cui passività sono rappresentate da obbligazioni assunte soltanto per scopi esterni all'attività imprenditoriale o professionale eventualmente esercitata (cfr. art. 7, co. 1 bis). Pertanto tra piano e accordo corre un rapporto di alternatività, oltre che di affinità di regole in quanto entrambe consentono al sovraindebitato di sacrificare beni e risorse di cui residualmente dispone, prospettando un adempimento dilazionato e percentualistico dei debiti, al fine di liberarsene per la porzione insoluta. Sistema che cambierà con l'entrata in vigore del codice della crisi, per iol quale il consumatore potrà accedere solo al piano (che si chiamerà ristrutturazione dei debiti del consumatore) quale via concorsuale non liquidatoria e non più all'accordo (che si chiamerà concordato minore) dato che l'art. 74 CCII prevede che "i debitori di cui all'art. 2 comma 1 lett. c) in stato di sovraindebitamento escluso il consumatore, possono formulare ai creditori una proposta di concordato minore" e, a sua volta, l'art. 67 dispone che "il consumatore sovraindebitato… può proporre ai creditori un piano di ristrutturazione dei debiti".
      Zucchetti Sg srl
      • Paolo Angelo Alloisio

        NOVI LIGURE (AL)
        25/03/2022 08:40

        RE: RE: Imprenditore individuale cancellato dal Regsitro Imprese in data 27 gennaio 2016

        Solo una precisazione/conferma.
        L'imprenditore cessato da oltre un anno (quindi OGGI non più imprenditore) può presentare un piano del consumatore per i debiti sorti "IERI" in occasione ed in funzione dell'attività imprenditoriale? Direi proprio di no.
        Il debitore in questione può solo, a mio avviso, proporre un accordo. Corretto?
        Grazie
        Cordiali saluti
        Paolo Angelo Alloisio
        • Zucchetti SG

          25/03/2022 18:54

          RE: RE: RE: Imprenditore individuale cancellato dal Regsitro Imprese in data 27 gennaio 2016

          Esatto. Il consumatore è infatti identificato dall'art. 2 lett. b) l. n. 3 del 2012 come "la persona fisica che agisce per scopi estranei all'attività imprenditoriale, commerciale, artigiana o professionale eventualmente svolta...", ove, come si vede l'elemento significativo della veste di consumatore non è il 'non possesso', da parte della 'persona fisica' della qualifica di 'imprenditore commerciale' o di 'professionista', bensì la natura delle sue obbligazioni.
          Zucchetti SG srl
    • Paolo Angelo Alloisio

      NOVI LIGURE (AL)
      11/07/2022 18:11

      RE: Imprenditore individuale cancellato dal Regsitro Imprese in data 27 gennaio 2016

      Nel nuovo codice della crisi e dell'insolvenza quali sono gli articoli applicabili al caso sopra prospettato? Preciso che l'attività imprenditoriale è cessata.
      Grazie
      Paolo Angelo Alloisio
      • Zucchetti SG

        12/07/2022 19:21

        RE: RE: Imprenditore individuale cancellato dal Regsitro Imprese in data 27 gennaio 2016

        Se lei si riferisce all'anno di cui attualmente parla l'art. 10 l. fall., la norma corrispondnete nel nuovo codice della crisi è quella di cui all'art. 33, che è del seguente tenore:
        "1. La liquidazione giudiziale può essere aperta entro un anno dalla cessazione dell'attività del debitore, se l'insolvenza si è manifestata anteriormente alla medesima o entro l'anno successivo.
        2. Per gli imprenditori la cessazione dell'attività coincide con la cancellazione dal registro delle imprese e, se non iscritti, dal momento in cui i terzi hanno conoscenza della cessazione stessa. E' obbligo dell'imprenditore mantenere attivo l'indirizzo del servizio elettronico di recapito certificato qualificato, o di posta elettronica certificata comunicato all'INI-PEC, per un anno decorrente dalla cancellazione.
        3. In caso di impresa individuale o di cancellazione di ufficio degli imprenditori collettivi, è fatta comunque salva la facoltà per il creditore o per il pubblico ministero di dimostrare il momento dell'effettiva cessazione dell'attività da cui decorre il termine del comma 1.
        4. La domanda di accesso alla procedura di concordato minore, di concordato preventivo o di omologazione degli accordi di ristrutturazione dei debiti presentata dall'imprenditore cancellato dal registro delle imprese è inammissibile."
        Zucchetti SG srl