Forum FALLIMENTI - ATTIVO E CONTABILITÀ

SIGILLI DISTRIBUTORE DI BENZINA

  • Ester Favretto

    roma
    16/12/2019 15:14

    SIGILLI DISTRIBUTORE DI BENZINA

    Buonasera spero vivamente che qualcuno possa darmi una mano ad un delicato quesito.
    Prima del fallimento la società oggi fallita stipula un contratto di gestione ramo azienda con altra società. La licenza per erogazione del carburante è privata.
    Da diversi controlli da me eseguiti è emerso una irregolarità nell'utilizzo della licenza in quanto si eroga il carburante anche al pubblico. Siccome il canone del contratto è alquanto basso rispetto anche al carburante acquistato si è inviata una lettera al gestore, senza risposta. C'è da evidenziare che nella gestione del fallimento non c'è tutto il distributore perchè di proprietà del fallimento ci sono solo 4 erogatori di benzina.
    Successivamente con autorizzazione del GD ci si è avvalsi della clausola risolutiva contrattuale con richiesta al nuovo gestore di prelevare tutto il carburante presente negli eroagori, in quanto da una certa data in poi con l'ufficiale giudiziario si sarebbe andati a mettere i sigilli. Ma essendo un posto pubblico dove è presente il distributore e non sapendo quanto carburante era presente non si è andati a mettere i sigilli per paura che per eventuali manomissioni ci sarebbero stati dei rischi a terzi.
    Si è inviato esposto agli uffici competenti tra cui agenzia delle dogane, vigili e comune sull'utilizzo di questa licenza. Ad oggi ufficio dogane mi dice che non può intervenire nonostante io abbia dichiarato che la licenza è utilizzata in maniera irregolare. MAH!! C'è qualcuno a cui è capitato di gestire distributori, oppure indipendentemente dalla presenza di carburante io come curatrice posso andare a mettere i sigilli??? La mia paura è che ci siano danni a terzi con responsabilità alla sottoscritta. Ringrazio tempestivamente nelle risposte.