Forum FALLIMENTI - AVVIO DELLA PROCEDURA

Modello UNICO IRES ante Fallimento

  • ALESSANDRO MECHELLI

    ROMA
    16/10/2020 17:18

    Modello UNICO IRES ante Fallimento

    Desidero cortesemente sapere se il Modello UNICO IRES infrannuale, relativo al periodo dal 1 Gennaio alla data del Fallimento, che il Curatore deve redigere ed inviare, debba ricomprendere anche il Modello ISA (che ha sostituito il Questionario degli Studi di Settore).
    Grazi e ecordiali saluti.
    Alessandro Mechelli
    • Stefano Andreani - Firenze
      Luca Corvi - Como

      17/10/2020 14:49

      RE: Modello UNICO IRES ante Fallimento

      E' il problema che ci si deve porre in tutte le procedure, che sarebbe stato banale risolvere a livello legislativo o di prassi e al quale invece, in assenza di un inquadramento specifico, non siamo in grado di dare una risposta certa.

      Non possiamo quindi che ripercorrere le disposizioni che regolamentano le esclusioni dall'obbligo in questione, evidenziando gli elementi da tenere in considerazione nella scelta se compilare o no il modello.


      Il presupposto normativo è l'art. 9-bis del D.L.50/2017, che ai commi 6 e 7 recita: "Gli indici non si applicano ai periodi d'imposta nei quali il contribuente: ... non si trova in condizioni di normale svolgimento della stessa ... Con decreto del Ministro dell'economia e delle finanze possono essere previste ulteriori ipotesi di esclusione".

      E le istruzioni alla compilazione del modello, al punto 2.3, stabiliscono:
      "Sono esclusi dall'applicazione degli ISA: ... d) i contribuenti che non si trovano in condizioni di normale svolgimento dell'attività (vedi box successivo "Per saperne di più")"
      "Per saperne di più - Periodo di non normale svolgimento dell'attività
      A titolo esemplificativo, si considera non normale svolgimento dell'attività:
      a) il periodo in cui l'impresa è in liquidazione ordinaria, oppure in liquidazione coatta amministrativa o fallimentare".


      Sulla base di tutto ciò:

      - l'espressa esclusione nel periodo fallimentare, e non in quello precedente, fa propendere per la sussistenza dell'obbligo

      - la locuzione "a titolo esemplificativo", il fatto che il periodo antecedente il fallimento non è certo un periodo di ordinario svolgimento dell'attività, e la ratio stessa dell'istituto fanno invece propendere per l'esclusione.

      Personalmente propendiamo per la seconda interpretazione, anche perché non ci risulta sia mai stata contestata la mancata presentazione (né mai notificato un accertamento relativamente al periodo dall'inizio dell'esercizio al fallimento); certo è che la soluzione più prudente e tutelante per il Curatore è evidentemente la prima ...