Forum FALLIMENTI - ATTIVO E CONTABILITà

fallimento - vendita quota indivisa - applicabilità di una clausola di prelazione

  • Marco Minguzzi

    Ravenna
    24/11/2022 10:17

    fallimento - vendita quota indivisa - applicabilità di una clausola di prelazione

    Sono curatore di un fallimento proprietario di una quota d 1/4 di un capanno da pesca.
    In particolare il capanno è considerato immobile in quanto infisso su palafitta e recentemente accatastato al catasto fabbricati.
    Si tratta in particolare della proprietà superficiaria del manufatto in ragione di 1/4, in quanto il suolo su cui insiste il bene è di proprietà del demanio marittimo. Il capanno fu quindi edificato dietro concessione del demanio.
    Mi accingo a predisporre il bando di vendita della proprietà superficiaria della quota di 1/4.
    In questa circostanza non costituisce alcun problema il fatto che si tratti di una quota indivisa. Nella nostra zona la proprietà dei capanni da pesca è infatti sempre tipicamente divisa fra quotisti e dette quote circolano in tal modo ed hanno notevole mercato; per cui non si pone la consueta problematica di dover cercare di intraprendere un procedimento di divisione. Venderò la quota indivisa.
    Il dubbio risiede nel fatto che fra i comproprietari è stato stipulato un regolamento della divisione che prevede in favore degli altri comproprietari un diritto di prelazione nel caso di vendita.
    Tale diritto se opponibile al fallimento costituirebbe un grosso freno alla appetibilità del bene all'asta.
    Chiedo il vostro autorevole parere circa il fatto che nella circostanza il diritto di prelazione sia o meno opponibile al fallimento? Chiedo anche, se possibile, un riferimento normativo o giurisprudenziale.
    Nel caso in cui sia opponibile, chiedo se la seguente procedura sia corretta:
    -indicazione nel bando di vendita dell'esistenza della prelazione sulla base di un regolamento della comunione,
    -indicazione nel bando di vendita che l'asta individuerà un aggiudicatario potenziale ed un prezzo di aggiudicazione, ma che però la quota aggiudicata dovrà essere proposta in esito all'asta, alle medesime condizioni agli altri quotisti assegnando termine per esercitare eventualmente la prelazione;
    -in caso di esercizio della prelazione il bene verrà ceduto agli altri comproprietari con restituzione della cauzione all'aggiudicatario provvisorio.
    Ringrazio sentitamente per il riscontro
    Cordialmente